Bye sweetie

Un locale country grande come un campo da calcio, sul palco un cantante: chitarra in mano, stivali ai piedi e cappello in testa. Una birra in mano, intorno coppie che ballano, bottiglie che si svuotano. Alzo lo sguardo dalla Corona ormai calda. Incrocio lo sguardo con una biondina dagli occhi tristi, chiedo se vuol ballare, le basta un sorso di birra e un “come va, tutto bene?”, solo per scambiare due parole con uno sconosciuto straniero. “Bye sweetie” le dico ritornando dagli altri, “thanks” dice sorridendo e finendo la birra. La giornata nel west volge al termine e un sorriso di una bella ragazza è quello che ci vuole.

Un commento su “Bye sweetie”

Rispondi