Voltare pagina: prova in strada di iLiad.

Voglio ringraziare Antonio, Luigi e tutta Simplicissimus Book Farm per la possibilità che mi hanno dato di provare l'iLiad attraverso l'iLiad Tour. Superati egregiamente da Matteo i problemi con Poste Italiane per la spedizione, alla fine sono venuto in possesso di questa meraviglia. 

 

Impressioni: al tatto è robusto, ottimi i materiali con cui è fatta la scocca, non scivola e l'estrema leggerezza consente di tenerlo in mano anche per lungo tempo. Ottima la durata della batteria, consente di leggere per ore ed ore, molto veloce poi a ricaricare. Sono rimasto a dir poco impressionato dalla qualità delle immagini dello schermo di iLiad, per provare ci ho caricato due numeri di Subvertising che ancora non avevo letto, nonostante tutta quella grafica e tutte quelle immagini, la riproduzione è perfetta, la lettura sempre chiara, alla volta anche meglio che sulla carta stampata. Indubbiamente avere ebook in formato mobipocket è sicuramente molto più comodo per la possibilità che si ha di ingrandire il carattere, mentre con i pdf si è costretti a zoom sulle varie parti della pagina.
Passiamo a quella che è la caratteristica che fa fare il salto di qualità a iLiad, la scrittura: inizialmente il breve ritardo che c'è tra la scrittura e l'apparizione sullo schermo disorienta, imbruttendo la calligrafia, basta però veramente poca pratica e si riesce a scrivere in maniera più che perfetta, ovvio poi se come me si ha una calligrafia oscena ancora iLiad non ha imparato a migliorarla.
I comandi, sono semplici ed intuitivi, tranne che per la cancellazione della note, dove si deve fare una procedura più complessa, penso per evitare che si cancellino cose senza volerlo.

Conclusioni: la tecnologia e-ink e i lettori di ebook riveleranno tutte le loro possibilità all'abbassamento dei costi, ancora alti (per la fortuna del mio povero conto corrente) e al parallelo investimento degli editori nel distribuire anche le copie digitali dei libri. L'utilizzo di lettori di ebook in ambito accademico o comunque scolastico potrebbe aiutare indubbiamente a risolvere il problema del caro libri, sarebbe molto semplice in ambito universitario, dove molti professori utilizzano dispense o testi scritti da loro e dove è una prassi quella di fotocopiare i libri a causa del costo assurdo. Sicuramente è un ambiente da tenere d'occhio nel prossimo futuro, penso che saranno dei devices capaci di rivoluzionare i nostri gesti quotidiani, come quello di voltare la pagina di un libro.

Condividi:

Allucinazione… o forse no.

Il mio apparire qua oggi è solo per ringraziare chi già mi ha fatto gli auguri per il mio compleanno ed anche coloro che me li faranno più tardi, ma direi di più ringrazio anche chi gli auguri non me li farà mai; perchè sono uno gentile io.

In più vi voglio presentare un nuovo amico di casa Ciocci: Il Nano Smoccolo trovato abbandonato sullo scaffale di un tetro supermercato non ho potuto fare altro che prendermene cura ed adottarlo. 

 

Condividi:

Festa d’Aprile…

Volevo scrivere un post su quanto è stata bella la giornata di venerdì a Casa Cervi, della Bella Ciao più emozionante mai cantata in vita mia, di quanto sono brave le mondine, dell'incontro del tutto casuale con alcuni blogger presenti, dell'emozionante abbraccio collettivo finale…

 

Visto però i risultati dei ballottaggi di oggi, la Resistenza sarà la prospettiva dei prossimi anni, perchè dopo una sconfitta generale della Sinistra come quella di questi giorni d'aprile, penso proprio che saranno 5 anni di duro lavoro per provare a ricostruire un opposizione social, una presenza nelle vertenze territoriali e nei posti di lavoro, per poter tornare ad essere di nuovo un punto di riferimento per quelle fasce, quelle persone che oggi hanno preferito una risposta di pancia ai problemi o sono state attirate altrove per la non reale incisività della sinistra nel governo Prodi.

Sarà dura ripartire, qua però ci si vuole provare in ogni modo….

Condividi:

[ZZUB] I’m a fonero

Sono un convinto sostenitore del progetto FON, da qualche mese avevo già una Fonera in casa come router wifi, ormai mi capita quando mi sposto di controllare se ci sono hotspot Fon nei paraggi. Per questo sono molto contento della possibilità offertami da ZUBB di avere a disposizione un'altra Fonera, che ho subito regalato per far allargare la copertura di Fon, ed una Fontenna, che ho subito installato per coprire quelle zone d'ombra che avevo nei dintorni di casa, così oltre che potermi collegare ad internet dalla terrazza, posso permettere a qualcuno che passa da lì davanti o a qualcuno delle case vicine di collegarsi ad internet.
In assenza di una vera copertura wifi del territorio italiano, Fon in questo momento è l'unico progetto serio che attraverso una solidarietà tra utenti sta cercando di far avere una copertura decente wifi al territorio italiano in primis, visto che per ora siamo a livelli disastrosi, ed anche europeo e mondiale.
Mi racconatava Dema quando andavamo a Torino per il BarCamp che ormai nelle metropoli europee e non ormai si trovano benissimo segnali Fon, che preferisco decismente rispetto ai vari segnali aperti che ormai si iniziano a trovare (più per incompetenza di chi installa il router che per libera scelta di condividere la propria connessione) perchè sono sicuro che il segnale Fon è sicuro al 100%.
Quindi il mio è un invito a comprarsi una Fonera, visto anche il rapporto qualità prezzo del router…

Condividi:

25 Aprile – Radici Resistenti

Il prossimo 25 Aprile ci sarà qualcuno che proverà a fare una manifestazione contro la stampa ed i giornalisti, io preferisco come tutti i 25 aprile di passarlo ricordando la resistenza, quelle ragazze e quei ragazzi che a costo anche della loro vita hanno liberato questo paese.
Per questo ritengo l'iniziativa di Mondine 2.0 qualcosa di splendido, che prova a mettere in connessione le generazioni che hanno vissuto quel periodo con le nuove, partendo dal nuovo mezzo di comunicazione per eccellenza: la rete.
Poi ci sarà proprio un bel concerto a Casa Cervi, quindi che dite ci vediamo là?

Condividi:

Siena is loving – 8 marzo 2008

Piccolo video virale per il lancio di una manifestazione sabato 8 marzo 2008 a siena per i diritti di tutti. Il video in stile "is burning" diffonde un po' di dati su come negli ultimi anni si stia smantellando la rete dei consultori ed i diritti delle donne, senza contare le innumerose discriminazione subite da gay, lesbiche, bisex e trans nel nostro paese.

[youtube su03GBTGgS8 siena is loving] 

Condividi:

Post post-Barcamp

Ormai è tardi per scrivere qualcosa su Torino, però tra cento milioni di cose non sono riuscito prima, potrei tranquillamente usare il modulo precompilato di Suz, però sarò molto più breve.
Situazione molto interessante, con argomenti che devo essere sincero mi hanno stimolato una riflessione che sto provando a mettere per iscritto, con calma naturalmente.
Tanta gente, forse troppa per i miei gusti prediligo situazioni diciamo più raccolte, come è stata la cena pre-barcamp ed il post-cena.
Tralasciando tutta la parte sulla necessità alla luce del successo dei barcamp di una revisione della forma.
Un ringraziamento a tutti coloro che hanno perso del tempo ad organizzare il tutto in maniera eccellente…
Un grazie a Dema per il viaggio e per la compagnia.
Un vaffanculo alle ferrovie dello stato perchè mi hanno fatto perdere la coincidenza da firenze… anche se nel mentre aspettavo ho fatto qualche foto

Condividi: