Kindle sorpresa?

Kindle (esteticamente una calcolatrice casio degli anni '80)  sicuramente fa fare un bel salto lungo la coda, dovuto essenzialmente alla vastità dei contenuti proposti da Amazon.
Certo, questo salto è solo molto parziale, perchè i contenuti di Amazon sono vasti, ma non infiniti, per questo la scelta di chiudere praticamente ai contenuti esterni ad Amazon, penso che in termini di lungo periodo non può pagare, e che sia solo una scelta tattica di medio periodo, per aprirsi, spero, a tutti i contenuti ed i formati.
Il prezzo è sicuramente quello che stona, considerando che per ora si rimane solo nei contenuti Amazon, potevano fare come le compagnie telefoniche con i cellulari e dartelo ad un prezzo di convenienza, per avvantaggiare le vendite degli e-book. 
Interessante poi la presenza del modulo 3G per scaricarsi direttamente gli e-book senza passare da una connessione o via pc o wifi.
Mi piacerebbe testarlo, perchè dare sentenze senza averlo nemmeno visto non è semplice, comunque penso che sia meglio aspettare, non mi comprerei mai un lettore di e-book che non mi consentisse di leggere solo quello che vuole il padrone del negozio, nel caso preferisco un bell' iliad in cui magari ora troverei difficoltà a trovare gli e-book da leggere, ma in futuro quando il mercato davvero si aprirà lungo la coda, potrei avere tutti i contenuti.

Conclusioni: in maniera molto sintetica, kindle è un bel passo in avanti, ma non ancora così rivoluzionario, ancora manca una reale pluralità e diversità di offerte fuori dal negozio amazon, che per quanto grande non può rappresentare il tutto, ma anzi, è solo la testa della coda lunga.

(ok il titolo è proprio banale… non ho nemmeno controllato, ma tanto sarà già stato utilizzato da qualcuno)

Condividi:

Toda Joia….

[titolo banale e scontato] 

Scrive bene Antonio quando dice che la serata di venerdì al Joia è stata una serata fuori dal comune: un ristorante eccezionale, piatti allo stesso tempo bellissimi da vedere e buonissimi da mangiare, vini veramente buoni da bere, tredici persone tutte anche molto differenti una dall'altra che dopo trenta secondi che si conoscono di persona parlano e conversano come fossero amici da sempre. 

Questa è la forza che la rete sprigiona quando usata bene, e San Lorenzo per ora l'ha usata davvero bene, perchè ha saputo porsi alla pari, in maniera orizzontale con le persone che potrebbero essere i consumatori dei suoi prodotti.  

Antonio, se quello di venerdì era marketing, allora era veramente ben fatto…

Vorrei quindi ringraziare tutti della bella serata di venerdì: Antonio, Sara, Patrice, Giovanni, Schigi, Andrea, Enrico, Maria Grazia, Rosa, Alberto, Manuela, Riccardo.   

Condividi:

Blog Action Day…

In mezzo al delirio di cui ho scritto al post precedente, mi sono ricordato che oggi è il Blog Action Day, per questo vi voglio raccontare di quello che sta accandendo qua vicino a dove vivo, in uno dei luoghi più belli della campagna senese, di quei luoghi che si vedono nei depliants e nelle brochure delle agenzie di viaggio.  

 

Ampugnano è un minuscolo borgo di poche decine di case, proprio sotto il borgo, costruito su una collina, vi è un piccolo aereoporto costruito negli anni '30, che negli ultimi dieci anni è stato visto come una possibile forma di speculazione, con continui progetti di allargamento ed espansione, che però incotravano la perenne mancanza di fondi. 
Tutto questo fino a qualche mese fa, quando un fondo di investimento chiamato Galaxy, in collaborazione con ciò che tutto muove a Siena, ha deciso che l'aereoporto di Ampugnano è uno dei luoghi migliori per un bel mega-aereoporto per i voli low-cost. Mi direte voi, e cosa c'entra tutto ciò con l'ambiente? Ebbene (oltre alle tonnellate di metri cubi di cemento per costruire un mostro del genere, alla necessità di milioni e milioni di fondi pubblici per costruire strade che mancano, perchè all'aereoporto si arriva da una piccola strada, in cui praticamente passa una sola auto) nella piana di Rosia, proprio sotto a dove verrebbe costruita la nuova meg pista e le nuove strutture vi è la falda acquifera del Luco, che consente ad una larga fetta di cittadini che abitano nella provincia di Siena di bere, la costruzione dell'aereoporto distruggerebbe completamente questa risorsa, in più distruggerebbe un paesaggio, ed un luogo da tutti visto come uno degli scorci più belli della Toscana.
Sabato, eravamo in tanti, insieme alla gente del comitato, più di 600 persone a camminare, colorati e pacifici per dire no a questo scempio, per chiedere invece di un aereoporto un nuovo modo di vedere i trasporti, per ripensare agli spostamenti, cercando di incentivare, anche attraverso investimenti importanti nell'ammodernamento, l'uso della ferrovia, chiedendo maggiori servizi pubblici, perchè si vuole costruire un aereoporto in un luogo dove passano si e no due autobus al giorno, dove le persone che vi abitano riscontrano una difficoltà a muoversi utilizzando i servizi pubblici.

Ecco, buon Blog Action Day a tutti… 

Condividi:

E tu che metro usi?

Ecco, a me delle metriche usate per le cassifiche di blo non me ne importa proprio niente, ma niente niente…
Poi parliamo dell'autoreferenzialità dei blog…
Guardare la classifica di BlogBabel è una masturbazione mentale… Per quel che mi riguarda l'autorevolezza di un blogger non si misura con calcoli ed algoritmi matematici, per me Beppe Grillo nonostante la sua posizione è tutt'altro che autorevole…

Detto questo devo ammettere che più o meno tutti i giorni controllo la mia posizione, giusto perchè è un piacere personale vedere che si è salito qualche posizione, anche se qua ancora si è oltre la millesima posizione… 

Condividi:

Casa mia è il mondo intero… e oltre…

Giusto due riflessioni, partendo da qua, dove kAy lancia realmente un segnale di qualcosa che sta mutando all'interno della rete, ma di quella parte che è abitata. Il web 2.0 è ormai scoppiato, in tutta la sua potenza, ogni giorno si parla di qualche nuovo servizio "rivoluzionario", ormai gli account non si contano più, uno tira l'altro come le ciliege…

Benissimo, è una cosa splendida, un nuovo modo di relazionarsi, di informarsi, di lavorare, di conversare… però c'è da ricordarsi che esiste anche il vecchio modo, e che forse è anche molto più bello, sicuramente molto più complesso da gestire, fatto da legami forti. Anche se i due mondi si possono, e si debbono, incrociare, sovrapporre, altrimenti a cosa servono i BarCamp, le BlogCena e tutte le altre cose organizzate per consolidare quei legami deboli che si creano sulla rete, mica solo per fare gli sboroni su quanti accessi abbiamo o a far vedere l'ultimo aggeggio tecnologico? 

Da non dimenticare però, che tutto questo almeno per me, poi si immerge in quella che è la vita "reale", fatta da persona che se gli parli di Macchianera pensano a Topolino e che pensano che blog sia uguale a Beppe Grillo, da incazzature e da momenti belli, da birre tra amici e fratelli e da quella voglia di non stare a guardare.

Perchè questo blog, ed i mille account che ho, alla fine compongono una parte della mia personalità, la rendono pubblica, trovabile e consultabile a tutti, svelano un mondo di me, e così penso sia per chiunque altro si senta un cittadino del web.

Dice bene Sergio Maistrello  quando vede il limite dell'azione di Grillo sul web nel suo vedere la rete come strumento solo suo personale, quel rinchiudersi all'interno del proprio blog, quando invece in pubblico ne decanta tanto le virtù liberatorie, lo avete mai sentito incitare ad aprire un blog? Io no… sia mai che poi i suoi attenti spettatori, occasionali frequentatori del suo sito riescano a farsi un'idea più precisa poi di cosa sia questa fantomatica rete… no, meglio tenerli nel recinto dorato del suo sito, e dargli in pasto solo contenuti selezionati, senza insegnargli e fargli vedere che c'è un luogo immenso e completamente da vivere, esplorarlo e prenderci dimora…

Condividi:

Divagazioni

Giusto per riassumere un po' l'ultimo periodo, un bel post a punti:

  • I menù dei router 3com sono i più incasinati che abbia mai trovato, ieri per riuscire a configurarlo uno c'ho perso due ore…
  • E' a pagina 616 di 1400 e passa del libro di Storia delle relazioni internazionali, esame che ho il 27 di questo mese…
  • Ho deciso, devo prendermi il prima possibile un nabaztag!
  • Devo anche comprarmi il nuovo cd dei Marlene Kuntz: Uno
  • E' sempre più vicino il momento del trasloco
  • Ci sono persone che vorrei vedere molto più spess, per passare del tempo insieme anche solo per parlare…
  • Altre che vorrei conoscere di persona…
  • Altre ancora che vorrei vedere più spesso e conoscere meglio
  • Un vicepresidente del senato non può fare simili dichiarazioni, ma ormai è inutile continuare a dirlo… dobbiamo pretendere le dimissioni!
  • Voglio vedere di riuscire ad organizzare una blogcena toscana, visto che ultimamente sto vedendo che i blogger toscani sono tanti ed interessanti… chi mi vuol dare una mano? ( ciocci [chiocciolina] gmail [punto] com )

Ho scritto questo post di getto, dovendo anche correggermi perchè a forza di usare Twitter, diverse volte ho scritto discorsi partendo in terza persona… questo è indicativo del fatto che devo scrivere di più su questo blog, provando a perderci del tempo anche quando il tempo non è molto, perchè twitter è splendido uno strumento ed un mezzo ottimo per conoscere persone, ma non esplicativo al massimo della personalità di chi scrive, come invece è un blog.

Condividi:

Opening…

Dopo tre anni passati su splinder, ho ritenuto giusto creare questo luogo, perchè sentivo la necessità di avere altri tipi di servizi, e poi non sopportavo più i frequenti down di splinder, anche se lo considero una delle migliori piattaforma per aprirsi un primo blog.
La decisione è avvenuta, anche leggendo i vecchi post scritti all'inizio della mia avventura, vedendo quanto sono camabiato rispetto a quello che scrivevo 3 anni fa, ho deciso quindi che per raccontare quello che sono adesso ho bisogno di un nuovo luogo.
E' anche per questo che ancora non ho importato i vecchi archivi, anche se in futuro magari potrei farlo.
Il feed del blog rimane sempre lo stesso: http://feeds.feedburner.com/CiocciThinks  

Condividi: